Get Adobe Flash player

Progetti in Italia

Acrobatica

 

Da sabato 10 dicembre (14.00 – 17.00) nella sala di acrobatica del Palasport di Via Resia 39 a Bolzano, si svolge il corso di acrobatica dell’Associazione

Capoeira Energia Pura Italia, organizzato dall’Associazione Capoeira-BZ onlus.

Gli altri appuntamento sono:

sabato 13 maggio 2017 dalle ore 14.00 alle 17.00 (ULTIMO APPUNTAMENTO)

Per maggiori informazioni: 3383126808 oppure info@capoeira-bz.it


Gli orixas arrivano in biblioteca civica

In collaborazione con la biblioteca Civica di Bolzano, l’associazione Capoeira-bz Onlus (Energia Pura Italia) propone per il secondo anno un laboratorio di capoeira per bambini (7 – 12 anni) in biblioteca.

Giovedì 03 novembre 2016 dalle ore 15 alle ore 18 conosceremo le numerose leggende, musiche e altre situazioni interessanti che ancora oggi sono legate alle divinità degli Orixas, in particolare ai 16 Orixas della tradizione afro-brahiana.

Gli orixas sono semidivinità appartenenti originariamente alla mitologia dei popoli africani, con la tratta degli schiavi questa pratica ha scavalcato i confini delle terre Yoruba e si è diffusa anche in America.

Un’occasione imperdibile per conoscere altre culture divertendosi.

Vi aspettiamo numerosi.

Progetti scuola e formazione

PROGETTI SCUOLE E FORMAZIONE  
CAPOEIRA NELLA SCUOLE CON INSEGNANTI QUALIFICATI
.
Associazione Capoeira Bz Onlus dal 2006 svolge progetti di formazione, promozione e divulgazione della capoeira e della cultura brasiliano nelle scuole del Trentino Alto Adige.
.
Le finalità del progetto didattiche, educative e propedeutiche sono definite in base alle indicazione del responsabile scolastico.
.
I nostri maestri di capoeira, oltre ad un grande esperienza in questa arte brasiliana, vantano un esperienza decennale con l’insegnamento ai bambini ed adolescenti. La loro attività viene supportata da nostri collaboratori professionisti nell’educazione (psicologo, educatore posturale, dott. in scienze motorie, dott. in scienze dell’educazione).
Nel 2017 abbiamo partecipato al Sportforum a Malles.
.
Alcuni dei nostri progetti nelle scuole sono:
.
2009 Istituto Pascoli Bolzano “Conoscere il Brasile, Cultura, Musica, Movimento, Arte”
2010 Lewit Merano “Capoeira, una forma educativa”
2010 Scuola Ghandi Laives “Capoeira, la danza degli dei”
2013 Scuola Dante Alighieri Bolzano “gostuoso jogar capoeira”
2014 Scuola elementare Lana “capoeira, una via di integrazione”
2015 Scuola elementare di Lana “aprender capoeira”
2015 Scuola San Filippo Neri “capoeira na escola”
2016 Scuola Elementare di Lana “jogando capoeira”
2016 Scuola Dante Alighieri Bolzano “capoeira para jogar”
2017 Scuola Elementare di Lana “capoeira, il gioco come integrazione”
.
Oltre ai progetti suddetti i nostri maestri di capoeira partecipano a:
.
Kinderfestival – Stiftung Sparkasse
Estate bambini
Estate ragazzi
Progetto estivo USSA
Progetto estivo Collepietro
Grest
giornate di presentazioni sportivi delle scuole elementari
giornate ludico sportive per portatori di handicap
.
Per informazioni è possibile contattare il Dr. Christian Villella (presidente dell’associazione) al numero 3383126808 oppure via email info@capoeria-bz.it
“Capoeira é atitude brasileira que reconhece uma historia escrito pelo corpo, 
pelo ritmo e pela imensa natureza libertária do homem frente á intolerância.”
.
Capoeira is brazilian attitude that acknowledges a story written by the body,
by the rhythm and by the imense libertarian naturalness of man facing intolerance.
.
“Luta e dança e vigor fisico. 
Os negros criaram a capoeira tanto para servír ao prazer quanto ao combate. 
Realizaram, na propria carne, essa imagem da vida, fundamental até hoje.”  
.
Fight and dance and physical power.
The black slaves created Capoeira especially for the pleasure as well as for combat.
They realized in their own flesh this image of live which is fundamental until today.
.
(from the speech “Brasil, Paz no mundo”, hold in Geneva at the UNO, 19, August 2004, by the brazilian secretary of education, Gilberto Gil)

Workshop Caxixi

 

Associazione Capoeira Bz Onlus organizza ogni anno corsi interessanti per i propri soci, ma anche per tutti coloro che si interessano alla cultura brasiliana.

Quest’anno organizziamo a maggio 2016 un corso di costruzione di caxixi.

Il caxixi è uno strumento musicale idiofono a percussione indiretta di origine africana poi diffusosi in Brasile, dove in particolare viene utilizzato per accompagnare il suono del berimbau nella capoeira.

Per il suo suono vivace, il caxixi veniva originariamente usato per richiamare la presenza degli spiriti buoni e per spaventare e mandare lontano quelli malvagi.

È un piccolo cestino di vimini finemente intrecciato, si sorregge con una mano infilando due dita nel semicerchio che si trova nell’estremità superiore. All’interno vengono posti dei semi o delle conchiglie il cui movimento genera il suono.

La base è generalmente costituita da zucca essiccata. A seconda di dove i semi colpiscono il caxixi, i vimini o la base di zucca, il caxixi genera un suono distinto: orientando il caxixi solo sul lato dei vimini, produce un suono simile a quello di uno shaker ma più caldo; colpendo invece con i semi il lato della zucca, si ottiene un suono più secco e più alto di volume.

Capoeira in biblioteca

LA CAPOEIRA ARRIVA ANCHE IN BIBLIOTECA – FOTO EVENTO   - VIDEO EVENTO

In collaborazione con la biblioteca Civica di Bolzano, l’associazione Capoeira-bz Onlus propone un laboratorio di capoeira per bambini (7 – 12 anni) in biblioteca.

Giovedì 05 novembre 2015 dalle ore 15 alle ore 18 conosceremo le numerosi leggende, musiche e altre situazioni interessanti che ricordano uno dei

più grandi personaggi storici della cultura brasiliana, Zumbi dos Palmares.

Zumbi e’considerato uno dei grandi leader della storia brasiliana. Simbolo di resistenza e di lotta contro la schiavitù, ha combattuto per la libertà, per la religione e la cultura africana in Brasile.

Il giorno della sua morte, 20 novembre, è ricordato e commemorato come Giorno della Coscienza Negra, ed è dedicato alla riflessione sull’inserimento dei neri nella società brasiliana. La giornata e ‘celebrata dal 1960.

Workshop CAPOEIRA ANGOLA

Expo Games 2015, la fiera dedicata ai giochi e al giocare

13 – 14 – 15 Febbraio 2015 Fiera di Bolzano

Expogames in collaborazione con Energia Pura Capoeira Italia (Monitor Okinawa) ha il piacere di presenteravi l’evento:

Speciale Capoeira Angola (magia – gioco – musica – danza – lotta – dialogo)

Prima assoluta, stage di Capoeira Angola per principianti ed esperti.

Storia, educazione fisica e sociale si fondono in uno dei più importanti testimonial della cultura brasiliana nel mondo: Mestre Deraldo Ferreira.

I partecipanti potranno sperimentare da protagonisti il fantastico mondo della Capoeira Angola.

Tre imperdibili giorni dedicati al gioco della Capoeira durante Expo Games 2015, in Fiera a Bolzano.

La Capoeira è per uomini, donne e bambini, gli unici che non la imparano sono quelli che non desiderano ” scrisse Mestre Pastinha.

Per la prima volta in Italia, a Bolzano, un evento dedicato al gioco della CAPOEIRA ANGOLA.

Molti i maestri internazionali e nazionali presenti, Mestre Deraldo (Brasile), Contra Mestre Toca (USA) e Prof. Calango (USA).

Un evento rivolto a tutti gli appassionati della Capoeira, dai principianti agli esperti.

Mestre Deraldo

Mestre Deraldo Ferreira è fondatore e direttore artistico del brasiliano Centro Culturale del New England.

Mestre Deraldo ha studiato Capoeira Angola con Mestre João Pequeno de Pastinha e anche con Mestre Joao Grande.

Workshop di atabaque

Workshop di atabaque

un occasione imperdibile…. costruisci il tuo atabaque partendo dalle materie prime.

impariamo a progettare e realizzare il nostro tamburo brasiliano.

in un laboratorio attrezzato taglieremo,piegheremo e incolleremo il legno, tireremo

la pelle e salderemo il ferro… in modo artigianale faremo nascere il nostro atabaque.

per informazioni ed iscrizioni scrivere a info@capoeira-bz.it .

Imparare la lingua brasiliana attraverso la letteratura afro brasiliana

Progetto in fase di approvazione – entro la fine di giugno verranno definite tempistiche e costi

Purtroppo il progetto non è stato approvato dalla Provincia. Qualora fossi interessato ad un corso di brasiliano scrivici un email.

Per coloro che gia vogliono leggere qualcosa, possiamo consigliare  questo sito (http://portalcapoeira.com)

Bio Acrobatica

   SOGGETTO PROPONENTE
Associazione Capoeira Trento, Ass. Giocolieri Giratutto!,

   Ass. Capoeira Bolzano – Onlus, Ass. Manduca da Praia di Laives.

   SOGGETTO RESPONSABILE
Associazione Capoeira Trento con sede a Trento

  LUOGO E TEMPO DI REALIZZAZIONE
Trento:  Aprile – Dicembre 20120

DESTINATARI
Tutti i giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni della zona di riferimento e inoltre i membri di associazioni di breakers, danzatori, universitari della città di Trento che desidereranno partecipare.

MOTIVAZIONI
La presente azione mira a sviluppare l’acrobatica, la quale è una branca importante delle arti motorie, delle arti di strada e della danza. Tale ambito non è stato fino ad oggi mai toccato dall’associazione Capoeira Trento ed è quindi innovativo rispetto all’attività ordinaria.
Una delle motivazioni forti del progetto è lo sviluppo di competenze professionali. Infatti, dopo un anno di progetto, alcuni fra i partecipanti (i più portati dal punto di vista atletico e coloro che avranno meglio lavorato durante l’anno) svilupperanno competenze tecnico-didattiche in campo atletico/artistico tali da poter essere riutilizzate nel mondo del lavoro  (proponendosi ad esempio come insegnanti per ragazzi in corsi di danza, giocoleria, arti marziali, ecc.). Oltre alle motivazioni appena citate e sempre per quel che concerne il campo lavorativo si evidenzia come tale progetto sviluppi competenze relazionali e introspettive che potranno essere riutilizzate positivamente da tutti i partecipanti all’interno dei più svariati campi e principalmente all’interno di quello lavorativo.

OBIETTIVI
FASE ORGANIZZATIVA
- Sviluppo di sinergia col territorio;
- Coinvolgimento degli associati nell’organizzazione e nella gestione del progetto e degli eventi ad esso associati (promozione del volontariato);
- Potenziamento della rete di relazioni tra associazioni operanti sul territorio regionale nel settore della cultura, dello sport, dello spettacolo, dell’educazione, della cooperazione internazionale e dello sviluppo.
FASE 1
- Sviluppo delle capacità di resistenza e concentrazione;
- Sviluppo di competenze acrobatiche in un’ottica metodologica e pedagogica di carattere cooperativistico;
- Supporto e sostegno ad un giovane esperto di acrobatica proveniente da una realtà svantaggiata del territorio Amapense (Brasile) la cui presenza sarà necessaria per la buona realizzazione del progetto.
- Presa di coscienza rispetto alle proprie paure, ai propri limiti e alle proprie possibilità che comporta una maggiore sicurezza e una maggiore stabilità interiore;
FASE 2
- Sviluppo della capacità di teamship (grooving) e di leadership (solving & improvising);
- Esplorazione della dialettica team/leader e uno/tutti (con relativa percezione delle potenzialità del gruppo e dell’importanza dello spirito costruttivo e delle interazioni di qualità)
- Sviluppo delle capacità di comunicazione, osservazione, attenzione, empatia e ascolto fra i membri del gruppo e ricerca della piena espressione del potenziale individuale in armonia col gruppo;
- Empowerment individuale e di gruppo;
- Sviluppo dell’autostima;
- Riduzione dell’ansia, dello stress, dei disturbi dell’umore;
FASE 3
- Esplorazione e sviluppo delle proprie capacità espressive, comunicative e creative;
- miglioramento della comunicazione trans-culturale.
- Scambio di competenze professionali tra gli attori del progetto (quelle acrobatiche dell’esperto brasiliano con quelle didattico/pedagogico/metodologiche degli esperti trentini, con quelle psicologico/metodologiche dell’esperto dell’associazione OM, ecc.).
TRASVERSALI ALLA DURATA DEL PROGETTO
- Sviluppo della capacità di coordinamento senso e psico-motorio con conseguente miglioramento del funzionamento cerebrale (si integrano le funzioni dell’emisfero destro e sinistro e si facilita l’emersione del pensiero creativo e laterale);
- Sviluppo di competenze tecniche e potenzialmente professionali (ad esempio per quel che riguarda giovani particolarmente dotati dal punto di vista atletico e/o già indirizzati verso un possibile sviluppo professionale atletico/artistico/teatrale -quali giocolieri, breakers, danzatori, ginnasti, attori, clown)
- Recupero e sviluppo della fondamentale relazione tra anima mente e corpo alla ricerca di quella armonia che è base per lo sviluppo di un soggetto “sano” pronto ad inserirsi positivamente nella società.

Capoeira la danza degli dei

LA CAPOEIRA – Analisi degli aspetti psicosomatici della danza degli dei

Tesi di Dr. Christian Villella
ISTITUTO RIZA DI MEDICINA PSICOSOMATICA, SCUOLA DI NATUROPATIA

Se sai parlare, puoi cantare, se sai camminare, puoi ballare.
(detto africano)

Introduzione

L’idea di una ricerca sugli aspetti psicosomatici nella pratica sportiva della capoeira nasce dalla mia personale passione per questo sport che pratico da un paio d’anni con il gruppo Capoeira Bolzano. Durante gli ultimi anni, grazie alla collaborazione con il gruppo Manduca da Praia (Laives) e in con il gruppo Capoeira Trento, abbiamo potuto avviare vari progetti con le scuole primarie, elementari e medie, ed in particolare con un gruppo di giovanissimi appassionati.

In tale contesto, la capoeira è stata utilizzata come forma di manifestazione ed esperienza contrassegnata da un bilanciamento tra sfida e abilità, e una profonda integrazione tra azione e coscienza. Definendo gli obiettivi, siamo arrivati alla presa di coscienza ordinaria e alla perdita dei concetti inibenti, potendo così sperimentare un profondo senso di piacere, accompagnato alla sensazione di riuscire nei propri intenti ed obiettivi.

La capoeira, ricca di elementi musicali, rituali e culturali, si presta particolarmente per migliorare lo stato psico-fisico e per sperimentare gli aspetti relazionali con gli altri.

Capoeira – corpo, musica, movimento e spiritualità!

“Il capoerista, che a piedi nudi percuote il suolo, flette il proprio corpo sollecitando le articolazioni di ginocchia e gomiti sempre piegate. Esso ripete il gesto al fine di viverlo intensamente e ricercarne la fluidità, in un dialogo non verbale con il proprio avversario. I suoi movimenti sono accompagnati dal ritmo incalzante all’intero della roda, nel contesto del suo gruppo. Fiero e tenacie come Ogun, al contempo, calmo e sereno, esprime equilibrio e bellezza….spontaneità e spiritualità…”

Per progetti didattici su questo tema o per interesse generale, puoi contattarci tramite il modulo contatti.